Bonus Ristrutturazioni: Come e quando richiederlo

Bonus Ristrutturazioni: Come e quando richiederlo

Le agevolazioni fiscali per le Ristrutturazioni

Con l’obiettivo di rilanciare l’economia in generale, ma soprattutto quella del settore edilizio ed immobiliare, sono state recentemente varate alcune misure volte ad agevolare gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione del tessuto immobiliare italiano. In questo articolo parleremo dell’incentivo così detto “bonus ristrutturazioni“.

Un bonus che vale il 50% dell’importo speso per i lavori

Per stimolare l’intero indotto edilizio e la riqualificazione degli immobili, viene offerta fino al 31/12/2021 una detrazione pari al 50% degli importi spesi per interventi di ristrutturazione volti a migliorare la qualità degli edifici.

Il tetto massimo di spesa complessiva per questo tipo di interventi è di € 96.000. Soglia oltre alla quale il bonus non è più valevole.

Il totale massimo quindi che è possibile portare in detrazione attraverso il bonus ristrutturazioni è pari ad € 48.000.

Si potrà accedere alla detrazione solo in caso di pagamento dei lavori tramite bonifici bancari

Facciamo degli esempi:

  • Ipotizziamo il rifacimento del bagno di casa, con un costo di € 10.000 complessivi. Il Bonus Ristrutturazioni ci viene in contro con il 50% della spesa sostenuta, facendoci spendere in pratica solo € 5.000.
  • Prendiamo il caso invece in cui volessimo ristrutturare completamente una villetta su due piani e non potessimo accedere al bonus 110%. Il totale dei lavori ammonta ad € 100.000. Il bonus ristrutturazioni ci fa portare in detrazione il 50% del massimale, cioè € 48.000 (che è il 50% di € 96.000), mentre sarà tutta di nostra competenza la somma eccedente.
    Il costo totale a nostro carico per una ristrutturazione da 100 mila euro sarebbe quindi di soli € 52.000. Infatti 100.000 – 48.000 = 52.000 euro.

Un bel risparmio, sia se dobbiamo fare dei piccoli lavori che degli interventi importanti.

Quando è previsto il bonus ristrutturazioni?

La detrazione del 50% degli importi spesi per la ristrutturazione è in linea generale prevista in caso di lavori di straordinaria manutenzione, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia sulle singole unità immobiliari. Gli esempi più comuni sono quegli interventi che riguardano la sostituzione degli infissi, dei pavimenti, l’installazione di ascensori, il rifacimento del bagno, ecc. Tutti interventi che godono della detrazione del 50% delle spese.

Il bonus è previsto anche per opere di ordinaria manutenzione, ma solo sugli spazi comuni dei condomini.

Per poter accedere al bonus è richiesta la piena conformità urbanistica e catastale dell’immobile oggetto di ristrutturazione

La lista completa degli interventi previsti e coperti dal bonus può essere letta nell’apposita pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Come usufruire del bonus ristrutturazioni?

Si può usufruire delle detrazioni pari al 50% delle spese di ristrutturazione nelle seguenti modalità:

  • Pagando tutti gli importi delle fatture dei lavori per intero e portando in detrazione nella dichiarazione dei redditi il bonus in 10 rate annuali. Ad esempio, se abbiamo un bonus pari ad € 20.000, porteremo in detrazione € 2.000 per ognuna delle prossime 10 dichiarazioni dei redditi.
  • Cedendo il nostro bonus ad un istituto di credito o un altro intermediario finanziario, il quale ci corrisponderà il bonus o parte di esso (possibili commissioni applicabili) e porterà lui stesso in detrazione l’importo in 10 rate.
  • Attraverso lo sconto in fattura. Sarà direttamente il fornitore che ha effettuato gli interventi di ristrutturazione a recuperare il nostro bonus sotto forma di credito d’imposta, facendoci pagare in fattura soltanto il 50% di quanto dovuto.

la nostra proposta:

Casa da ristrutturare con il bonus

Questo appartamento costa solo 13.000 euro ed ha bisogno di una ristrutturazione degli interni e della copertura del tetto. Tramite il bonus ristrutturazioni potrete usufruire delle detrazioni fiscali e pagare solo il 50% delle spese di ristrutturazione.
Un piccolo investimento ma con grandi potenzialità!

Ulteriori approfondimenti

Questa è una guida generale al bonus del 50%, per tutti i dettagli ed i casi specifici di applicazione vi suggeriamo di visitare il sito dell’Agenzia delle Entrate nell’apposita pagina Detrazioni Ristrutturazioni Edilizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

Confrontare

Enter your keyword